Saturday, May 15
Shadow

Gigante di Courchevel, solo la Vlhova davanti alla Bassino – La Gazzetta dello Sport

Dopo la prima manche la slovacca guida con 49/100 di vantaggio sull’azzurra. Più lontane Brignone (a 1”64) e Goggia (a 2”43”)

E’ sempre caccia a Petra Vlhova. La slovacca che ha dominato le prime gare di stagione con tre successi e un terzo posto è stata la più veloce nella prima manche del gigante di Courchevel (Fra). Ma dietro alla slovacca c’è Marta Bassino. Partita con il pettorale rosso dopo il successo di Soelden, Marta è scesa con leggerezza su una pista messa alla prova dalle nevicate degli ultimi giorni. Alla fine sono 49 i centesimi di ritardo della 24enne di Borgo San Dalmazzo sulla Vlhova e 16 quelli di vantaggio su Mikaela Shiffrin, tornata in gara dopo aver rinunciato al parallelo di Lech e alla trasferta di St. Moritz. Solo altre due atlete – Sara Hector (a 74/100) e Stephanie Brunner (a 98/100) – sono rimaste sotto a un secondo di distacco. “Le condizioni erano veramente difficili, si vedeva poco e non era semplice attaccare – ha commentato la Bassino -. Ho fatto una discreta manche, ma sicuramente ho lasciato sul terreno qualche decimo in più di quello che si sarebbe potuto fare. Speriamo di poter migliorare nella seconda”.

Brignone e Goggia

—  

Più in ritardo Federica Brignone, partita qualche minuto dopo la compagna, quando le condizioni di visibilità erano peggiorate, e alla fine staccata di 1”64 (ottava). “Non sono riuscita ad attaccare, con queste condizioni è stato di più un difendersi. Peccato perché nel finale si poteva fare la differenza”. E nemmeno Sofia Goggia, incappata in qualche errore al termine del muro, è riuscita a confermarsi nel finale dopo una buona prima parte di gara: è 16a a 2”43. Qualificata per la seconda manche anche Elena Curtoni, 23a a 3”20.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *