Wednesday, May 12
Shadow

DAI CAMPI – Cambia la Juve, out Nzola! Turnover Lazio, c’è Perin, Kucka e Sanchez… – SOS Fanta

Gli impegni infrasettimanali di coppa sono alle spalle, la 11a giornata di Serie A è ormai alle porte. Si parte già oggi alle 20.45 con Sassuolo-Benevento. Di seguito le ultimissime dai campi su infortuni, rientri in gruppo e possibili novità di formazione in chiave fantacalcio.

✅ Qui le probabili formazioni

ATALANTA – Sono ancora una volta tantissimi i dubbi in casa Atalanta. Occhi soprattutto su Gomez e Ilicic, che non hanno più il posto assicurato dopo quanto successo negli ultimi giorni. Già a partire dalla prossima contro la Fiorentina sono entrambi in ballottaggio: il Papu con Pessina, non è certo di giocare. Ilicic, invece, parte dietro a Muriel in attacco, dove Zapata è favorito su Lammers. Non vuole dire che Gomez e Ilicic non giocheranno più o sicuramente non prenderanno voto, sono semplicemente in dubbio come tutti gli altri. Pessina potrebbe giocare sia sulla trequarti che a centrocampo, dove al momento sono in pole de Roon-Freuler. La mina vagante per la trequarti è Malinovskyi, che però non ha ancora giocato dopo il Covid. Gasperini valuterà il grado di stanchezza di chi è sceso in campo con l’Ajax, Gosens è sembrato tra i più stanchi ed è in dubbio ma comunque leggermente favorito. Hateboer è in pole, così come Romero e Toloi. Djimsiti in ballottaggio con Palomino, che è solo subentrato ad Amsterdam. In porta c’è Gollini.

La probabile formazione – Gollini; Toloi, Romero, Djimsiti/Palomino; Hateboer, de Roon, Freuler/Malinovskyi, Gosens/Ruggeri; Pessina/Gomez; Muriel/Ilicic, Zapata/Lammers.

BENEVENTOLa formazione ufficiale: Montipò; Letizia, Tuia, Glik, Barba; Hetemaj, Schiattarella, Improta; Ionita, Caprari; Lapadula.

BOLOGNA – Mihajlovic ha diverse assenze per il suo Bologna, sono out Skorupski, Denswil, Orsolini e Santander. Si rivede Dijks (in gruppo) ma va al massimo in panchina, mentre c’è il dubbio Sansone che è a forte rischio. Oggi ha fatto un lavoro differenziato quindi andrà al massimo in panchina, non è ancora recuperato. A Sinisa ora rimangono due opzioni. In caso di 4-2-3-1 giocherebbero Vignato, Soriano e Barrow dietro a Palacio, con Schouten e Svanberg (favorito su Dominguez) a centrocampo. In difesa ancora De Silvestri, Danilo, Tomiyasu e Hickey. Con il 3-5-2 fuori Vignato e dentro Medel, come con l’Inter. Dubbio in porta, il secondo è Da Costa e ha giocato anche in Coppa Italia, parte favorito ma Mihajlovic pensa anche al giovane Federico Ravaglia come sorpresa.

La probabile formazione – Da Costa/Ravaglia; De Silvestri, Danilo, Tomiyasu, Hickey; Svanberg/Dominguez, Schouten; Vignato/Medel, Soriano, Barrow; Palacio.

CAGLIARI – Chi gioca nel Cagliari che sfida l’Inter? In pole position per l’attacco c’è Leonardo Pavoletti, avanti su Simeone perché il Cholito reduce dal Covid non è ancora al 100%. Ma il ballottaggio rimane aperto. Ci sono Sottil e Zappa da esterni puri con Joao Pedro alle spalle, manca Ounas per Covid. In mediana tocca ancora a Marin e Rog, col primo fresco di gol al Bentegodi; in difesa, più Carboni di Pisacane con Walukiewicz, Faragò e Lykogiannis verso il posto da esterni bassi. Non c’è ancora Godin, mentre Nandez è negativo al Covid così come Pereiro e prova ad andare almeno in panchina. Se dovesse giocare (molto difficile, oggi non era in gruppo), fuori Faragò e arretra Zappa. Si è fermato oggi Tripaldelli per un fastidio agli adduttori della coscia sinistra.

La probabile formazione – Cragno; Faragò/Nandez, Walukiewicz, Carboni/Pisacane, Lykogiannis; Marin, Rog; Zappa, Joao Pedro, Sottil; Pavoletti/Simeone.

CROTONE – Giovanni Stroppa cambia poco e crede nei suoi uomini per il Crotone che sfida lo Spezia. In difesa c’è ancora Magallan (favorito su Cuomo, in ballottaggio) con Marrone e Luperto. In mediana Benali prova gli straordinari, stringe i denti ed è in leggero vantaggio per affiancare Vulic e Molina. Come ha detto Stroppa, è in dubbio: “Cigarini e Rispoli non ci saranno, Benali è in forse, si allena a tratti e vedremo domani mattina se schierarlo o meno”. Ancora Pereira e Reca larghi con Junior Messias titolare davanti insieme all’immancabile Simy. Se Benali non dovesse farcela ci sarà uno tra Riviere (arretra Messias) e Zanellato.

La probabile formazione – Cordaz; Magallan/Cuomo, Marrone, Luperto; Pereira, Molina, Benali/Zanellato, Vulic, Reca; Messias, Simy.

FIORENTINA – Prandelli non sembra intenzionato a cambiare molto nonostante i risultati non positivi della sua gestione. La Fiorentina riparte dalla solita difesa a quattro, ci sono ancora Caceres (più di Lirola), Milenkovic, Pezzella e Biraghi. Dubbi a centrocampo, dove Borja Valero insidia Pulgar. Amrabat verso una maglia, dubbio tra Bonaventura e Castrovilli perché Gaetano non è al top dopo la botta subita contro il Genoa. Ma oggi è tornato in gruppo e proverà fino all’ultimo a essere titolare, Prandelli si tiene questo dubbio. In attacco c’è Ribery, seppur non al top della condizione e non nel suo momento migliore. Dovrebbero giocare ancora Callejon e Vlahovic, che sono entrambi in pole su Kouamé.

La probabile formazione – Dragowski; Caceres/Lirola, Milenkovic, Pezzella, Biraghi; Amrabat, Pulgar/Valero, Bonaventura/Castrovilli; Callejon, Vlahovic/Kouamé, Ribery.

GENOA – Il Genoa cerca punti ma affronta la Juve, Maran rimane prudente e pensa ancora al 4-4-2. Dubbio in porta, dove secondo il Secolo XIX Perin prova il recupero per giocare dall’inizio, oggi si è allenato in gruppo. Marchetti, così come Zapata, è infortunato e torna nel 2021. In difesa pronti Ghiglione, Goldaniga, Bani e Masiello nella linea a quattro. A centrocampo Lerager, Radovanovic, Sturaro e Pellegrini sono in pole per il Secolo, insegue Rovella mentre è out Badelj per un affaticamento muscolare. In attacco Pjaca è leggermente favorito su Shomurodov, più indietro Pandev mentre Scamacca è titolare.

La probabile formazione – Perin/Paleari; Ghiglione, Goldaniga, Bani, Masiello; Lerager, Radovanovic, Sturaro/Rovella, Pellegrini; Pjaca/Shomurodov, Scamacca.

INTER – Prime prove di formazione per l’Inter che giocherà domenica a Cagliari. Verso il forfait Vidal, mentre c’è un ballottaggio tra Barella, che aveva stretto i denti in Champions, ed Eriksen. Dovrebbero giocare Gagliardini e Brozovic. Dubbi sugli esterni: Hakimi rischia il turnover, c’è Darmian che scalpita mentre Perisic è favorito su Young. In attacco, Lautaro Martinez è in ballottaggio apertissimo con Alexis Sanchez per un posto accanto a Lukaku: “Ha finito l’energia”, Conte dixitD’Ambrosio infine sfida Skriniar per una maglia con Bastoni e de Vrij, favorito su Ranocchia.

La probabile formazione – Handanovic; Skriniar/D’Ambrosio, de Vrij/Ranocchia, Bastoni; Darmian/Hakimi, Barella/Eriksen, Brozovic, Gagliardini, Perisic; Lukaku, Sanchez/Lautaro.

JUVENTUS – Scelte di formazione ancora da fare per Andrea Pirlo, ci sono diversi dubbi nella Juve. In porta torna sicuramente Szczesny, dopo che ha giocato Buffon in Champions. In difesa possono giocare Cuadrado, de Ligt (Danilo non è al 100% dopo le tante gare ravvicinate), Bonucci e Alex Sandro. I dubbi principali in realtà sono a centrocampo: a Kulusevski potrebbe essere ancora preferito Ramsey, sono in ballottaggio. Chiesa dovrebbe giocare, mentre al centro due tra Arthur, Rabiot, McKennie e Bentancur, con gli ultimi due in leggero vantaggio dopo le ultime prove di formazione. In attacco è sicuro del posto Ronaldo, mentre i bianconeri possono contare anche su Alvaro Morata: accolto il ricorso per la squalifica, lo spagnolo è ora leggermente favorito su Dybala ma il ballottaggio è apertissimo perché negli ultimi giorni Pirlo ha provato l’argentino con CR7.

La probabile formazione – Szczesny; Cuadrado, De Ligt/Danilo, Bonucci, Alex Sandro; Ramsey/Kulusevski, Bentancur/Arthur, McKennie/Rabiot, Chiesa; Morata/Dybala, Ronaldo.

LAZIO – Tutto ruota intorno a Immobile nella Lazio. Come ha detto Inzaghi, “Ciro è uno dei più affaticati, così come Luis Alberto, Leiva, Correa, Acerbi e Luiz Felipe”. Occhio, però, perché non tutti riposeranno contro il Verona. Immobile al fantacalcio si mette sempre e comunque, solo per sicurezza meglio avere una riserva a coprirlo. Ciro, Caicedo e Correa sono in tre per due posti, il turnover potrebbe avvenire anche a gara in corso. Immobile oggi comunque si è allenato regolarmente in gruppo, a differenza di Luis Alberto che era assente nella sgambata della vigilia riporta Lalaziosiamonoi. Lo spagnolo è uno degli “affaticati”, si può schierare ma è obbligatoria una riserva perché potrebbe anche rifiatare. Se dovesse riposare, pronto Akpa Akpro. Leiva si è allenato regolarmente in gruppo come Immobile, è comunque in ballottaggio e favorito su Escalante, mentre Milinkovic dovrebbe esserci. Lazzari e Fares in pole sugli esterni, insegue Marusic che ha giocato in Champions. In difesa Acerbi non riposa mai, mentre Radu e Luiz Felipe sono in ballottaggio con Hoedt. Leggermente più Reina di Strakosha in porta ma il ballottaggio è apertissimo, lo stesso Simone Inzaghi ha detto di non aver ancora deciso e oggi non ha sciolto i dubbi in allenamento provando entrambi.

La probabile formazione – Reina/Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu/Hoedt; Lazzari, Milinkovic, Leiva/Escalante, Luis Alberto/Akpa Akpro, Fares/Marusic; Correa/Caicedo, Immobile.

MILAN – Zlatan Ibrahimovic non è tornato in gruppo. Oggi si è allenato ancora a parte a Milanello (qui la gestione al fantacalcio). È stato provato ancora Rebic da prima punta, dopo il turno di riposo di ieri in Europa. Sulla trequarti riecco Calhanoglu, con Saelemaekers in pole su Castillejo per il posto a destra; l’ultima maglia se la contendono Brahim Diaz e Hauge, il ballottaggio è apertissimo con quest’ultimo in leggero vantaggio. Con Leao pronto a subentrare a gara in corso dopo lo spezzone di match di ieri. La novità di giornata è il ritorno in gruppo di Bennacer, Pioli deciderà dopo l’allenamento di domani se schierare lui o Tonali accanto a Kessié. Nessun dubbio in difesa: tocca a Calabria e Theo sulle fasce, con la coppia Gabbia-Romagnoli al centro.

La probabile formazione – Donnarumma; Calabria, Gabbia, Romagnoli, Theo Hernandez; Bennacer/Tonali, Kessié; Saelemaekers/Castillejo, Hauge/Brahim Diaz, Calhanoglu; Rebic.

NAPOLI – Prove di formazione per il Napoli, che ha giocato in Europa League con praticamente tutti i titolari. Ecco che allora potrebbe esserci qualche cambio e un po’ di turnover in campionato contro la Samp. A partire dalla porta, dove si rinnova il ballottaggio tra Meret e Ospina. In difesa dovrebbero giocare ancora Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly e Mario Rui. A centrocampo Bakayoko è favorito su Demme, sono in pole anche Fabian Ruiz e Zielinski. Davanti Politano insidia seriamente Lozano in questa giornata, mentre ci sono Insigne e Mertens.

La probabile formazione – Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Bakayoko/Demme, Zielinski; Politano/Lozano, Mertens, Insigne.

PARMA – Juraj Kucka è a rischio in vista del Milan. Il recupero è difficile, ancora non è tornato a lavorare coi compagni e con l’infrasettimanale vicino potrebbe stare fuori. Ci proverà fino all’ultimo, la decisione finale arriverà dopo l’allenamento di domani. In casa Parma, Liverani ha provato Hernani e Kurtic da mezzali, con il ballottaggio Scozzarella-Brugman in mediana visto che Cyprien è tornato solo oggi in gruppo come Pezzella e Sohm. Sulla trequarti il ballottaggio è tra Karamoh e Brunetta, con Gervinho confermato e uno tra Cornelius (favorito) e Inglese da centravanti. Difesa a quattro con Iacoponi (più di Busi) a destra, Osorio, Alves e Gagliolo a completare il reparto.

La probabile formazione – Sepe; Iacoponi/Busi, Osorio, Alves, Gagliolo; Hernani, Scozzarella/Brugman, Kurtic; Karamoh/Brunetta; Gervinho, Cornelius/Inglese.

ROMA – La formazione della Roma dipende molto dai recuperi. Vanno verso una maglia da titolare Jordan Veretout e Lorenzo Pellegrini, che oggi hanno lavorato in gruppo. Sono recuperati e in pole per giocare dall’inizio contro il Bologna. Pellegrini potrebbe fare il trequartista con Mkhitaryan vista la squalifica di Pedro, Dzeko c’è. Sugli esterni  Karsdorp e Spinazzola, in mezzo, se Veretout sarà titolare, uno tra Cristante e Villar. In difesa Mancini ha svolto oggi un lavoro individuale e come ha detto ieri Fonseca non dovrebbe esserci, spazio allora a Ibanez, Smalling e Kumbulla. L’ex United ha giocato un tempo in Europa League, ha fatto rodaggio ed è in pole per esserci a Bologna. Occhio al portiere: ieri Fonseca non ha fatto giocare Pau Lopez per preservarlo visto che si è fatto male Mirante. Ma il portiere italiano proverà a recuperare per domenica, oggi ha svolto parte della seduta in gruppo e parte individuale, si tratta di trauma contusivo alla mano. È un ballottaggio che andrà avanti fino all’ultimo, perché Mirante è ancora il primo portiere. Se non dovesse farcela giocherà Pau Lopez.

La probabile formazione – Mirante/Pau Lopez; Ibanez, Smalling, Kumbulla; Karsdorp, Villar/Cristante, Veretout, Spinazzola; Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko.

SAMPDORIA – Niente Napoli per Bereszynski e Keita, che sono infortunati. In bilico e a forte rischio anche Gabbiadini e Tonelli nella Sampdoria: “Manolo Gabbiadini e Lorenzo Tonelli hanno svolto il riscaldamento con i compagni per poi dedicarsi ad allenamenti specifici”. Gabbiadini verso il forfait, difficile anche il recupero del difensore: parte dietro alla coppia Yoshida-Colley. A destra Ferrari, a sinistra Augello. A centrocampo ci sono Thorsby ed Ekdal (favorito su Silva) in mezzo, a destra Candreva e a sinistra ballottaggio tra Jankto e la possibile sorpresa Askildsen. In attacco c’è Quagliarella, al suo fianco testa a testa tra Ramirez e Verre.

La probabile formazione – Audero; Ferrari, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Thorsby, Ekdal/Silva, Jankto/Askildsen; Ramirez/Verre, Quagliarella.

SASSUOLOLa formazione ufficiale: Consigli; Toljan, Marlon, Ferrari, Kyriakopoulos; Bourabia, Locatelli; Berardi, Lopez, Haraslin; Djuricic.

SPEZIA – Lo Spezia vuole fare risultato contro il Crotone, Italiano ha alcuni ballottaggi. La notizia di serata è che a sorpresa non ci sarà Nzola, questo il comunicato: “Italiano dovrà rinunciare in extremis a Nzola, rimasto a La Spezia a causa di gravi problemi di natura personale”. Giocherà quindi Piccoli, mentre c’è Gyasi e Farias è favorito su Agudelo. A centrocampo c’è il confermatissimo Ricci in cabina di regia, doppio ballottaggio tra Estevez e Bartolomei e tra Maggiore e Pobega. In difesa ci sono Ferrer (o Sala), Terzi, Chabot (o Erlic) e Bastoni, in porta toccherà a Provedel. Così Italiano alla vigilia: “Adesso Pobega e Verde stanno bene, saranno della trasferta e saranno a disposizione. Sono due giocatori di valore e sono due giocatori in più rispetto all’ultima partita. La gestione è uguale per tutti, sanno che in qualsiasi situazione fisica non al 100% verranno gestiti tutti alla stessa maniera. Ed è capitato anche a Verde e Pobega”.

La probabile formazione – Provedel; Ferrer/Sala, Terzi, Chabot/Erlic, Bastoni; Estevez/Bartolomei, Ricci, Maggiore/Pobega; Gyasi, Piccoli, Farias/Agudelo.

TORINO – Voglia di ritorno alla difesa a quattro per il Torino. Marco Giampaolo ha provato infatti il rientrante Sasa Lukic dietro a Zaza e Belotti, entrambi confermati davanti per affrontare l’Udinese. In mediana si rivedranno Linetty, Rincon e Meité in linea, Singo è ancora titolare e anche Rodriguez è in pole. I due centrali? Confermato Lyanco, mentre Nkoulou è in ballottaggio con Bremer. Forfait in arrivo per Verdi così come per Ansaldi, Murru è tornato oggi in gruppo invece.

La probabile formazione – Sirigu; Singo, Bremer/Nkoulou, Lyanco, Rodriguez/Vojvoda; Meité, Rincon, Linetty; Lukic; Belotti, Zaza.

UDINESE – Scelte già fatte e in certi casi obbligate per Luca Gotti. La sua Udinese va a Torino con Gerard Deulofeu leggermente avanti per giocare insieme a Nacho Pussetto, Lasagna è dunque in ballottaggio e Okaka out (non convocato). Zeegelaar e Stryger-Larsen saranno gli esterni, de Paul non si tocca con Tucu Pereyra mentre l’unico dubbio è tra Mandragora e Walace col brasiliano in vantaggio. In difesa, ci sarà il trio Becao-Nuytinck-Samir.

La probabile formazione – Musso; Becao, Nuytinck, Samir; Stryger-Larsen, de Paul, Walace/Mandragora, Zeegelaar; Deulofeu/Lasagna, Pussetto.

VERONAJuric ha dato oggi tanti spunti di formazione per la partita di domani contro la Lazio. In difesa il Verona ha recuperati Magnani e Lovato, c’è Dawidowicz. Potrebbe però anche giocare Dimarco in difesa, come ha fatto nell’ultima gara. In questo caso, potrebbe stare fuori Magnani. Gunter si è allenato a torna a disposizione. A centrocampo ci sono Faraoni, Veloso e Tameze. “Secondo me ha bisogno di allenamenti e di serenità, adesso vediamo se gioca domani. Lui ha bisogno di ritrovare la condizione”, ha detto Juric su Lazovic: è quindi in dubbio. L’alternativa è l’avanzamento di Dimarco. In attacco Di Carmine è in leggero vantaggio su Favilli e Salcedo (“è un’opzione”), ci sono Barak e Zaccagni.

La probabile formazione – Silvestri; Dawidowicz, Lovato, Dimarco; Faraoni, Tameze, Veloso, Lazovic/Magnani; Barak, Zaccagni; Di Carmine/Favilli.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *