Wednesday, July 28
Shadow

Lotito-Peruzzi, frattura insanabile? Lex portiere medita laddio – La Gazzetta dello Sport

Tra il presidente e il club manager sarebbero volate parole grosse per la gestione del caso-Luis Alberto. Il dirigente starebbe pensando alle dimissioni, un’ipotesi che la società vuole evitare

Da un caso all’altro, non c’è pace per la Lazio. Risolto quello relativo a Luis Alberto (lo spagnolo ha giocato regolarmente a Crotone, indossando pure la fascia di capitano nel finale, e stasera sarà in campo contro lo Zenit) è scoppiata la bufera tra il club manager Peruzzi e il presidente Lotito. Un caso, quest’ultimo, che è peraltro figlio proprio del precedente, visto che nasce dalla differenza di opinioni tra Peruzzi e Lotito nella gestione della vicenda di Luis Alberto. Il calciatore spagnolo aveva criticato la società per il ritardo nei pagamenti nel corso di una diretta social la settimana scorsa. Parole che avevano mandato su tutte le furie Lotito. Il presidente aveva in un primo momento pensato di mettere fuori rosa il calciatore. Per ricomporre la situazione ed evitare di perdere un giocatore così importante sono scesi in campo il tecnico Inzaghi e soprattutto il club manager Peruzzi.

Lo scontro

—  

La soluzione di compromesso per uscire dall’impasse, studiata proprio da Peruzzi, era quella di una retromarcia pubblica da parte del giocatore con tanto di scuse, oltre alla multa che la società gli avrebbe comunque fatto pervenire (e che è arrivata). Lotito aveva accettato a malincuore questa soluzione, ma l’aveva accettata. Poi però è rimasto sorpreso dal tenore delle dichiarazioni del giocatore spagnolo, nelle quali la parola scusa non compare, ma solo una generica assunzione di responsabilità per un gesto sbagliato. Da qui lo scontro con Peruzzi, reo evidentemente di non essere riuscito a portare fino in fondo la sua opera di mediazione. Nel corso dello scontro sarebbero volate parole grosse. L’ex portiere non l’ha presa bene, anche perché ha vissuto la sortita di Lotito come una inaccettabile invasione di campo ed ha così deciso di prendersi qualche giorno di permesso. Agli amici avrebbe confidato che l’idea è quella di rassegnare le dimissioni dal suo incarico. In ogni caso, anche se questo dovesse essere l’epilogo, sarà necessario un nuovo vertice con Lotito. Che potrebbe svolgersi già domani. Probabile che Lotito lo inviti ad andare avanti (Peruzzi ha un contratto fino al 2022) e verso una soluzione del genere spingono anche il d.s. Tare e l’allenatore Inzaghi. La figura di Peruzzi, alla Lazio come dirigente dal 2016, è stata infatti fondamentale sia per il d.s. sia per il tecnico. Perderlo sarebbe un duro colpo per tutti. Ma ricomporre la frattura non sarà facile.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *