Friday, July 23
Shadow

PIRLO VUOLE LA STESSA JUVE E AMMETTE QUALCHE CAMBIO – Tutto Juve

Primo concetto, la Juventus con il Cagliari non ha fatto nulla di speciale, non ha battuto il Real Madrid, ha superato una squadra di metà classifica a cui mancavano alcuni calciatori, disputando una buona gara, fine.

Nessuno è autorizzato ad esaltarsi, azni ci vuole molta prudenza di giudizi e cercare di ripetere lo stesso livello di prestazione in più partite, anche se a dire il vero in Champions la Juventus, Barcellona a parte, ha giocato delle buone partite.

LE INDICAZIONI DI PIRLO – Andrea Pirlo lo ricorda: “Si molto, dobbiamo continuare il nostro percorso di crescita. Sabato sera abbiamo fatto niente è stata solo una partita fatta bene, quindi se non diamo continuità alle prestazioni e ai risultati non siamo una grande squadra e non siamo la Juventus. Dobbiamo approcciare la partita nel migliore dei modi e quindi andare in campo come se fosse una finale perché ci serve come crescita e chiudere anticipatamente la qualificazione. Sbato siamo entrati con il giusto piglio dal primo minuto e dando intensità.”

MECCANISMI –  Pirlo è soddisfatto della prova, si cominciano a vedere i primi risultati, ma non basta una vittoria, serve continuità sia oggi che sabato a Benevento: “Adesso i giocatori si conoscono meglio a ricoprire le posizioni in una certa maniera. Ci voleva un po’ di tempo per assimilare un po’ le cose. Adesso pian piano ci stiamo riuscendo, quindi giornata dopo giornata cercheremo di migliorare. È una partita importante per dare continuità alle prestazione e prendere consapevolezza della forza che abbiamo. I giocatori non sanno ancora quanto possono migliorare e dove possono arrivare con il gioco e con questa voglia che hanno di dimostrare di esser una squadra competitiva anche in Europa. È un percorso che abbiamo iniziato due mesi fa e adesso pian piano arrivano anche qualche prestazione positiva. Sabato c’è stata una prestazione importante, ma se non siamo seguito non è servito a niente”.

Sicuramente nella gara di stasera ci saranno dei cambi, non solo perchè mancherà Demiral obbligando Pirlo a giocare praticamente con difensori adattati, ma anche delle scelte conservative per equilibrare il minutaggio.

TRA FORMAZIONE FORZATA E CAMBI – Ecco, quindi che: “Sicuramente dietro sono rimasti in quattro con il rientro di Alex Sandro e giocheranno loro. Per Kulusevski e Chiesa vedremo come staranno domani. Kulusevski ha fatto tante partite, Chiesa rientra da un infortunio l’altra sera ha giocato però non è ancora pronto per giocare 90 minuti. Vedremo chi starà meglio. Dybasla sta meglio si è allenato con una certa continuità, però l’altra sera si è mosso meglio ha ritrovato un po’ di forza nelle gambe e domani vedremo se schierarlo dall’inizio”.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve   

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *