Wednesday, July 28
Shadow

Inter, enigma trequartista. Tra un giocatore ideale e una certezza, Conte studia un possibile azzardo – fcinter1908

23 novembre 2020 – 20:30

Il tecnico dell’Inter non ha ancora trovato la soluzione per il giocatore da piazzare alle spalle dei due attaccanti

‘;
} else {
document.getElementById(“iframe_player_video_1756831”).innerHTML = ‘
‘;
}
} else {
if (is_mobile_player && (typeof playerOnWebSite != “null” || typeof playerOnWebSite != “undefined”)) {

/**
* Gestione Cap nel mobile
* in foglia articolo
* RCSGAZNET-1168
*/

var cookieCapMobile = parseInt( getCookieCapMobile() );

if( isNaN(cookieCapMobile) ){
cookieCapMobile = 0;
}

if ( ( ( !isNaN( parseInt( cap_video ) ) && autoplay && privacyok ) && cookieCapMobile

‘;
setCookieCapMobile( cookieCapMobile + 1 );

} else {

document.getElementById(“iframe_player_video_1756831”).innerHTML = ‘

‘;

/** Per il mobile è settato sempre il placeholder per evitare la partenza video allo scroll */
var touchmoved;
var flagSetIframe = false;
$(‘.player_video’).on(‘touchend’, function(e){
if( !touchmoved && !flagSetIframe ) {
document.getElementById(“iframe_player_video_1756831”).innerHTML = ‘

‘;
flagSetIframe = true;
instanziaEventiSticky();
}
}).on(‘touchmove’, function(e){
touchmoved = true;
}).on(‘touchstart’, function(){
touchmoved = false;
});
}

} else if (is_tablet_player) {
document.getElementById(“iframe_player_video_1756831”).innerHTML = ‘

‘;
}
}

} catch (ex) {
if (console) {
console.log(“Error: “, ex);
}
document.getElementById(“iframe_player_video_1756831”).innerHTML = ‘

‘;
}

function refreshPagePlayer() {
var url = window.location.href;
if ((url.indexOf(‘?’) == -1) && (url.indexOf(‘refresh_ce-cp’) == -1)) {
window.location.href = window.location.href + “?refresh_ce-cp”;
}
else if ((url.indexOf(‘?’) > -1) && (url.indexOf(‘refresh_ce-cp’) == -1)) {
window.location.href = window.location.href + “&refresh_ce-cp”;
}
}

function loadediframe(iframeElement) {
var targetFrame = iframeElement;
targetFrame.contentWindow.postMessage(“chiamopersapereurl”, “*”);
targetFrame.contentWindow.postMessage(document.location.href, “*”);
}

function getCookieCapMobile() {
var nameEQ = “vamStickyCap=”;
var ca = document.cookie.split(‘;’);
for (var i = 0; i

In questa stagione Conte ha deciso di cambiare la sua Inter. In gran parte delle partite il tecnico nerazzurro ha deciso di usare il trequartista o comunque di adattare un giocatore che in fase di possesso si possa alzare tra le linee. Ma ancora non c’è un giocatore che accontenti a pieno Conte, anzi in realtà uno sì: Stefano Sensi.

“Non Eriksen, che non l’ha mai pienamente convinto, ma Stefano Sensi, che nella visione dell’allenatore è quel giocatore in grado di garantire inventiva, ma anche equilibrio alla squadra; assist e gol, ma pure le giuste letture sulle linee di passaggio; la capacità di alternarsi nelle due fasi, soffocando le iniziative del play avversario per poi portare fantasia negli ultimi venti metri di campo. Tutto ciò che Eriksen, pur con tutta la buona volontà, non è riuscito a fare. Purtroppo per Conte, Sensi è tormentato dai problemi fisici e finora ha giocato soltanto 110 minuti nelle prime tre partite di campionato. Poi, come alternativa a Eriksen, come trequartista è stato schierato Barella (nel finale della passata stagione era stato provato persino Brozovic…) e anche Sanchez. Ieri, contro il Torino, con il cileno e Lukaku punte, alle loro spalle ha agito invece Vidal. Per l’arrembaggio finale, poi, Lukaku e Lautaro davanti, Sanchez trequartista, Barella e Vidal in mezzo“, spiega Gazzetta.it.

Getty Images
SANCHEZ
Sanchez trequartista non è una novità assoluta, all’Inter. Conte l’aveva provato in quel ruolo già nella passata stagione: da titolare contro la Fiorentina in Coppa Italia, poi nel finale delle partite contro Parma e Bologna. E in questo inizio di stagione ha fatto il trequartista nel finale di Inter-Fiorentina servendo l’assist per il gol del 4-3 di D’Ambrosio. Poi ancora nei pochi minuti contro il Milan e ieri. In generale, in quel ruolo se l’è cavata più che bene, tanto da ispirare anche il c.t. cileno Rueda”.
Getty Images

VIDAL“Conte, però, al momento non sembra essere convinto. Tanto è vero che ieri, dopo la partita con il Torino, ha speso parole importanti per Vidal. Sanchez, però, è un attaccante che, per caratteristiche, arricchisce molto le possibili soluzioni offensive di un’Inter ancora alla ricerca della chiave giusta per essere dominante sempre, non soltanto quando deve buttarsi in avanti disperatamente per recuperare il risultato, come accaduto contro il Torino. In attesa del recupero di Sensi e di possibili mosse sul mercato, Sanchez trequartista da inizio partita potrebbe essere una mossa coraggiosa”, chiude Gazzetta.it.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *