Saturday, April 17
Shadow

Lewis sospeso – FormulaPassion.it

Mercedes ha vinto ancora un campionato costruttori, proprio ieri a Imola. Il settimo di fila. Ma dietro la sua forza ha migliaia di persone che lavorano per obiettivi ben più grandi del loro stipendio: far fruttare l’esposizione marketing, accompagnare i risultati di un marchio, dare espressione a una tecnologia. Mentre i piloti seguono anche altre aspirazioni, finché non si esauriscono i record o la voglia. Lewis Hamilton appare ‘sospeso’ in questa caccia alla motivazione che potrebbe allungare, se sarà compiuta, la sua carriera; o terminarla già alla fine di quest’anno, una volta raggiunto il record di mondiali di Michael Schumacher.

Non mi turba scrivere che il nome di Lewis Hamilton, in un albo d’oro che comprende Senna e Schumi, insomma, ci sta benissimo“, scrive Leo Turrini sul Resto del Carlino. “Nella qualità di guida ostentata a Imola da Hamilton c’è un sigillo. La volontà di rubare la scena alla «sua» Mercedes nel giorno della conquista del 7° titolo costruttori; una determinazione che porta a considerare il pilota come protagonista assoluto. Altro che appagamento. Lewis viaggia e indica una quota altissima, sulla quale si allineano ormai pochi campioni. Bottas pare confinato in un castigo permanente“, spiega invece Giorgio Terruzzi sul Corriere della Sera. Nonostante i tributi, Hamilton non sembra però avere fretta di rinnovare il contratto con Mercedes, mettendo lui il pepe a un finale di stagione che è già scritto a suo favore.

Wolff trattiene Hamilton: “Non credo se ne vada”

Hamilton si ritirerà o no? «Non c’è alcuna garanzia che l’anno prossimo io sia ancora qui», dice il britannico. “Stilista, cantante, attore? Ha pure aperto un locale vegano, ma al ristoratore siamo sicuri di preferire ancora l’immenso pilota. Anche ieri, dopo aver esitato al via, ha vinto da padrone“, si legge sulla Stampa. «Se Lewis decidesse di lasciare si scatenerebbe un terremoto. Penso che siano parole legate al momento, siamo felici ma molto stanchi. E in simbiosi: non abbiamo ancora finito, vogliamo continuare questo viaggio», ha commentato Toto Wolff. L’unico record significativo che Hamilton può ancora battere è quello dei mondiali. Arrivare a 8 nel 2021, salire sopra il tetto costruito da Michael Schumacher. Una volta in macchina, Hamilton diventa spietato: prima, però, bisogna avere la voglia di fare ancora un altro sedile dopo 14 stagioni di Formula 1.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *