Thursday, April 15
Shadow

Caos Inter-Parma: la risposta di Rizzoli a Marotta – Virgilio Sport

Il contatto, in area di rigore, Balogh-Perisic fa ancora discutere. Quanto è accaduto in Inter-Parma è oggetto di discussioni forti. Sotto accusa l’operato dell’arbitro Marco Piccinini e di chi stava al VAR.

Beppe Marotta, nel post match, era stato piuttosto diretto: “L’episodio (fallo su Perisic, ndr) è un esempio lampante su come la tecnologia possa essere d’aiuto. Non sono qui per protestare, ma per denunciare un vuoto normativo. E’ giusto che la classe arbitrale abbia una posizione un po’ più attenta. Tutti i club a turno vengono penalizzati, ma gli errori sono reiterati. Oltre a questo episodio, manca un rigore clamoroso non dato in Benevento-Inter”, le parole dell’amministratore nerazzurro a Sky Sport.

Sull’episodio è intervenuto Nicola Rizzoli, ex arbitro ora al CAN. Il suo intervento a Sky Sport ha fatto un po’ di chiarezza sia sul caso specifico ma anche su come dovrebbe essere utilizzato il VAR per il bene del calcio italiano.

Su Perisic c’era un rigore da punire, perché l’attaccante prende il tempo al difensore, che si trova dietro. Se il difensore usa le braccia per recuperare è un rigore da punire. Il VAR deve ricercare cose oggettive e qui ci sono la dinamica e un braccio che impedisce all’attaccante di saltare. C’erano le condizioni per intervenire col VAR. E’ un errore individuale”, le parole dello stesso Nicola Rizzoli.

L’ex arbitro ha anche risposto direttamente a Beppe Marotta: “Innanzitutto apprezzo i toni di Marotta ed è importante rapportarsi in maniera costruttiva e non polemica”. Insomma, apertura al dialogo, sempre in maniera costruttiva.

Parole importanti anche sui due rigori concessi in Milan-Roma: “Bennacer anticipa la posizione dell’attaccante, l’arbitro lo vede male in campo e ci sta. Ci sono i criteri per poter intervenire con il VAR. Quanto a Calhanoglu, si tratta di un contatto di gioco, se il difensore nel suo movimento non va a colpire l’attaccante difficilmente è punibile. Anche qui ci sono gli estremi per poter intervenire”.

Intanto, secondo la Gazzetta dello Sport, l’arbitro di Inter-Parma Marco Piccinini è destinato ad uno stop (così come chi lo assistiva al VAR). Dovrebbe tornare a fine anno.

OMNISPORT | 02-11-2020 08:56

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *