Saturday, April 10
Shadow

F1 | Imola 2020, gara: Kvyat sogna il podio – DIRETTA – FormulaPassion.it

[F1] – Buon pomeriggio cari lettori di FormulaPassion.it e bentrovati con l’appuntamento dedicato alla diretta scritta delle qualifiche del Gran Premio dell’Emilia Romagna. Il Circus della Formula 1 torna a Imola a 14 anni di distanza dall’ultima volta, con un format totalmente inedito distribuito su due giorni.

Sessione terminata, rivivila con la nostra cronaca minuto per minuto

16.30 – Domenica super per l’Alfa Romeo.

Raikkonen-Giovinazzi, gioia per due

16.20 – Daniil Kvyat ha completato il 3-0 per l’Alpha Tauri nei confronti della Ferrari nelle tre gare in Italia.

Il ritorno del Torpedo

16.15 – George Russell è mortificato.

Russell come Button: a muro con la Safety Car

16.10 – Ricciardo ha ‘brindato’ con Hamilton sul podio.

Ricciardo e lo ‘shoey’ con Hamilton

16.00 – Perez è furioso con il muretto della Racing Point per la sosta finale che gli ha tolto il podio.

La rabbia di Perez: “Una sosta senza senso”

15.45 – Vettel avrebbe ampiamente meritato dei punti oggi.

Vettel: “Non il risultato che meritavamo”

15.30 – Questa l’analisi di Leclerc al termine della gara.

Leclerc: “Avrei firmato per il quinto posto”

15.15 – Le parole di Hamilton, Bottas e Ricciardo appena scesi dalle rispettive vetture.

Interviste Top-3 Imola 2020: Hamilton, Bottas, Ricciardo

15.00 – Tutto l’orgoglio di Toto Wolff dopo il settimo titolo costruttori consecutivo conquistato dalla Mercedes.

Wolff: “Risultato di cui andare fieri”

14.55 – Cambia così la classifica piloti con Hamilton sempre più al conto alla rovescia per la sua festa personale.

Mondiale Piloti F1 dopo GP Emilia Romagna 2020

14.50 – 100 vittorie e 200 podi per la Mercedes nell’era ibrida che festeggia oggi il primo titolo del 2020, il settimo consecutivo tra i costruttori.

Mondiale Costruttori F1: Mercedes campione a Imola

14.45 – Via radio è ovviamente felicissimo anche Daniel Ricciardo, secondo podio stagionale per l’australiano con la Renault. Di seguito l’ordine d’arrivo.

GP Emilia Romagna 2020, ordine di arrivo

14.44 – Settimo titolo Mondiali Costruttori di fila per la Mercedes, superata la Ferrari, Hamilton vince il GP dell’Emilia Romagna, sul podio Bottas e Ricciardo, poi Kvyat, Leclerc, Perez, Sainz, Norris, Raikkonen e Giovinazzi a completare la zona punti.

Bandiera a scacchi

Giro 63/631’15″914 per Hamilton, altro giro veloce, Ricciardo e Leclerc stanno mantenendo la terza e la quinta posizione.

Giro 62/63 – Resistono rispettivamente Ricciardo e Leclerc, Kvyat e Perez avranno soltanto un’altra chance.

Giro 61/63 – Leclerc riesce a difendersi al Tamburello su Perez, finale infuocato.

Giro 60/63 – Perez punta Leclerc, Kvyat punta Ricciardo per un podio che sarebbe clamoroso.

Giro 59/63 – In zona punti entrambe le Alfa con Raikkonen nono e Giovinazzi decimo. Giro veloce per Hamilton in 1’16″644.

Giro 58/63Ripartiti, Hamilton mantiene la leadership, Kvyat è eccezionale con sorpasso su Perez sul rettilineo e su Leclerc all’esterno alla Piratella con contatto, Perez ha passato all’esterno alla Villeneuve Albon che è andato in testacoda, un momento probabilmente emblematico per la carriera di Albon che è finito in fondo al gruppo.

Giro 57/63 – La ripartenza sarà tesissima per la coppia Mercedes e per Ricciardo, che dovrà tenere a bada Leclerc, Albon e un Perez che sarà infuocato dopo aver perso il podio momentaneamente per la sosta supplementare per montare la gomma soft. Al termine di questo giro la Safety Car rientrerà ai box, gara sprint di sei giri.

Giro 56/63 – Russell è disperato a bordo pista. I doppiati si stanno sdoppiando, tra poco partirà la gara sprint con Hamilton davanti a Bottas, Ricciardo, Leclerc, Albon, Perez, Kvyat, Sainz, Norris, Raikkonen, Giovinazzi, Latifi, Grosjean, Vettel e Stroll. Raikkonen è tornato in zona punti grazie al suo stint lunghissimo con le gomme medie.

Giro 56/63“Non so cosa dire”, le parole via radio di un mortificato Russell. Stroll intanto ai box va “lungo” e investe un meccanico che non sembra riportare gravi conseguenze. Adesso Ricciardo è terzo davanti a Leclerc, Albon e Perez, il quale è l’unico con gomme nuove, ma ha perso la terza posizione effettuando la sosta.

Giro 55/63 – Incredibile, in regime di Safety Car scaldando le gomme Russell ha cestinato la decima posizione andando in barriera tra la Piratella e le Acque Minerali.

Giro 54/63 – Verstappen ha colpito un detrito e la posteriore destra lo ha abbandonato. Che sfortuna per l’olandese. Hamilton è rientrato davanti a Bottas, sarà gara sprint con le soft.

Giro 53/63 – La posteriore destra di Verstappen ha ceduto di schianto, sosta ai box per Perez, Sainz e Kvyat, gomma soft per tutti, si ferma ai box anche Hamilton che monta la soft al pari di Vettel a sua volta ai box.

Giro 52/63 – Hamilton non può fermarsi ai box, Bottas sì, gomma soft per il finlandese. “Qualcosa si è rotto” il team radio di Verstappen.

Giro 51/63 – Colpo di scena, k.o. Verstappen, posteriore destra che ha abbandonato l’olandese finito nella ghiaia alla Villeneuve. Safety-Car.

Giro 50/63 – Ritiro per Magnussen, sfinito dal mal di testa, rientra ai box Raikkonen che monta la gomma soft ed è in dodicesima posizione alle spalle di Russell.

Giro 49/631’17″279 per Hamilton, giro veloce.

Giro 48/63 – Magnussen lamenta un forte mal di testa a causa di sobbalzi, ma all’offerta del muretto box di ritirarsi risponde: “Non è questo il mio lavoro”. 

Giro 47/63 – Vettel di puro orgoglio tiene un 17″7 eccellente e passa Giovinazzi per la 13esima posizione.

Giro 46/63 – Bottas sta crollando nei tempi, forse il problema al fondo è più grave del previsto.

Giro 45/63 – Verstappen ha festeggiato con un “Send iiiiiiiiit” via radio il sorpasso su Bottas.

Giro 43/63 – Bloccaggio di Bottas alla Rivazza-1, Verstappen ne approfitta e all’esterno al Tamburello non ha perdonato l’errore del finlandese.

Giro 42/63 – È Raikkonen ora il pilota a non essersi ancora fermato ai box. Il finlandese è in quarta posizione.

Giro 41/63 – Dieci i secondi persi ai box da Vettel. Veramente sfortunato il tedesco della Ferrari.

Giro 40/63 – Continua l’elastico tra Bottas e Verstappen, al quale manca ancora non poco per effettuare il sorpasso. Pit-stop lentissimo per Vettel al quale non entrava l’anteriore destra. Il pilota tedesco ha visto distrutto un grande primo stint di gara, Vettel rientra in 14esima posizione alle spalle di Antonio Giovinazzi.

Giro 39/63 – Vettel continua imperterrito in quarta posizione senza sosta ai box. Il tedesco rientrerebbe in 11esima posizione alle spalle di Sainz.

Giro 38/63 – Via radio Bottas ha saputo che il danno al fondo della vettura c’è dal secondo giro probabilmente a causa di un detrito raccolto da un’altra macchina.

Giro 37/63 – Bloccaggio per Bottas alla Rivazza-1, ma Verstappen nonostante il DRS non riesce ad insidiare il pilota della Mercedes.

Giro 36/63 – Vettel sta tenendo un gran ritmo ed è in gara con Sainz per l’undicesima posizione, il tedesco potrebbe montare la soft alla luce delle tornate che mancano.

Giro 35/63 – Pit-stop per Latifi, che era settimo, rientra però alle spalle di Russell e Giovinazzi in 15esima posizione.

Giro 34/63 – Lungo di Verstappen alle Acque Minerali, non perde nulla però.

Giro 34/63 – Verstappen è sempre a un secondo da Bottas, che ha dei danni al fondo e che ha perso la leadership, un duro colpo per il finlandese.

Giro 33/63 – Vettel sta provando ad allungare lo stint il più possibile per entrare in zona punti al momento della sosta ai box.

Giro 32/63 – La Virtual Safety Car è stata veramente lampo, Hamilton sarebbe stato comunque davanti ai suoi avversari.

Giro 31/63 – Hamilton ha sfruttato la finestra della VSC, tolta subito dopo, per effettuare la stop, montare la hard, e rientrare davanti a Bottas e a Verstappen.

Virtual Safety Car, Hamilton si ferma e prende la leadership.

Giro 30/631’17″502 per Hamilton, ritiro per Ocon, vedremo quale sarà la decisione dei commissari, il punto è pericoloso tra le Acque Minerali e la Variante Alta.

Giro 29/63 – Overcut riuscito per Perez, con la hard, è quarto virtuale. Helmut Marko avrà sicuramente preso appunti. Hamilton ha comunicato al muretto Mercedes che può allungare lo stint anche oltre i dieci giri.

Giro 28/63 – Gran sorpasso di Leclerc all’esterno alla Tosa su Magnussen che non si era ancora fermato, sosta ai box per Perez.

Giro 27/63 – Perez sta costruendo l’ennesimo capolavoro, il suo overcut con una sosta adesso varrebbe il quarto posto davanti a Ricciardo.

Giro 26/63 – Cambio di programma in casa Mercedes, il muretto box ha chiesto a Hamilton di allungare lo stint di dieci giri. Forse per poi montare la gomma soft.

Giro 25/63 – Hamilton sta per entrare nel traffico dei doppiati.

Giro 24/631’17” per Hamilton, che sta volando e aprendo il gap necessario per fermarsi ai box e mantenere la leadership.

Giro 24/63 – Perez e Vettel, quarto e quinto non essendosi fermati ai box, stanno tenendo un gran ritmo.

Giro 23/63 – Fondo danneggiato per Bottas, che ha soltanto due secondi di margine su Hamilton contando la sosta. Altro giro veloce per Lewis in 1’18″367.

Giro 22/63 – Momento cruciale della gara, Hamilton sta spingendo al massimo con le sue gomme medie, Bottas e Verstappen devono resistere con le dure.

Giro 21/63 – Hamilton tenterà l’overcut su Bottas e Verstappen, il finlandese è rientrato in pista davanti all’olandese.

Giro 20/63 – Si ferma Bottas, Hamilton non vuole essere fermato, 1’18″477 per Hamilton.

Giro 19/63 – Sainz è rientrato alle spalle di Kvyat senza guadagnare posizioni, pit-stop per Verstappen che monta la hard e rischia di perdere la posizione su Hamilton.

Giro 18/63 – Contatto tra Kvyat e Albon al Tamburello, nessun danno per entrambi con il pilota Red Bull che mantiene la posizione. Sainz si ferma e monta la gomma media.

Giro 17/63 – No further action per Vettel per il contatto al via con Magnussen.

Giro 16/63 – Bottas ha 2.5″ di vantaggio su Verstappen, che a sua volta ne ha 1.5″ su Hamilton.

Giro 15/63 – Hard per Ricciardo, Albon e Kvyat, l’australiano della Renault mantiene la posizione su Leclerc che ha provato alla Tosa ad insidiare il rivale bloccando l’anteriore sinistra. Si è sfiorato il contatto tra i due.

Giro 15/63 – Rispondono Ricciardo, Albon e Kvyat. Tutti ai box.

Giro 14/63 – Leclerc sta recuperando terreno su un Ricciardo in grande difficoltà, in Ferrari tentano l’undercut con il monegasco che è rientrato in pit-lane. Gomma dura per Leclerc, una mescola che si sta comportando bene con Lance Stroll. Pit anche per Ocon che monta a sua volta la gomma dura.

Giro 13/63 – Pit-stop per Russell, molto anticipato considerando che il pilota della Williams è partito con la gomma dura.

Giro 12/631’19″069, super giro di Bottas che ha due secondi di vantaggio su Verstappen.

Giro 11/63 – Una perdita di pressione dell’acqua ha causato il ritiro di Gasly. Pit-stop per Antonio Giovinazzi che ha montato la gomma media sostituendo la soft.

Giro 10/63 – Il ritiro di Gasly promuove Perez in zona punti, undicesimo Ocon, 12esimo Russell che sogna con la Williams. Un vero peccato il ritiro del francese forzato da un problema meccanico che al box dell’Alpha Tauri hanno visto in anticipo prima che si manifestasse.

Giro 9/63 – Colpo di scena, Gasly deve ritirarsi, ordine dal box, un k.o. pesantissimo per la scuderia di Faenza e per il fantastico francese.

Giro 8/631’19″417 per Bottas, altro giro veloce, Kvyat insidia Albon per la settima posizione.

Giro 7/63 – Verstappen non è ancora sotto investigazione per il posizionamento sulla griglia di partenza. Hamilton via radio al via aveva subito segnalato al muretto il posizionamento sospetto dell’olandese.

Giro 6/63 – Risponde Bottas in 1’19″518, Hamilton sottolinea che è molto difficile stare vicino alla vettura che precede (Verstappen), sorpasso di Sainz all’esterno su Norris al Tamburello, Vettel è sotto investigazione per il contatto con Magnussen.

Giro 5/63 – L’ala della Racing Point di Stroll è pericolosamente vicina al limite della pista sul rettilineo che collega il Tamburello alla Villeneuve.

Giro 4/63 – Giro veloce per Hamilton in 1’19″664, il pilota Mercedes insidia Verstappen che non ha perso gli scarichi di Bottas in questo bel terzetto che sta già facendo la differenza su Ricciardo.

Giro 3/63 – Rischia una penalità Verstappen perché è partito troppo oltre la sua casella di partenza. Questa la top-10: Bottas, Verstappen, Hamilton, Ricciardo, Gasly, Leclerc, Albon, Kvyat, Norris e Sainz.

Giro 2/63 – Stroll ai box per sostituire l’alettone anteriore perso in un contatto con Ocon. Giovinazzi è stato autore di una super partenza ed è 14esimo.

Giro 1/63 Partiti: Verstappen dal lato pulito della pista ha passato Hamilton e insegue il leader Bottas, quarto Ricciardo davanti a Gasly e a Leclerc. Contatto tra Vettel e Magnussen alla Tosa, il tedesco ha mandato in testacoda il pilota della Haas.

13.11 – Nessuna sostituzione del sedile di Hamilton da parte della Mercedes. Si sta ricomponendo lo schieramento di partenza.

13.10 – I piloti lasciano la griglia di partenza per effettuare il giro di ricognizione.

13.07 – Tutti i piloti scatteranno con le gomme medie ad eccezione di coloro che ieri hanno superato il taglio in Q2 con la mescola soft e di Antonio Giovinazzi.

13.05 – Si è tenuto come di consueto il momento di raccoglimento contro il razzismo e la discriminazione.

13.00 – Si è conclusa la terza gara della Formula Regional a Barcellona con il successo di Chovet, perde terreno in classifica Arthur Leclerc.

12.55 – Charles Leclerc cerca la concentrazione in vista della gara che lo vedrà scattare dalla quarta fila in settima posizione.

12.47 – Un’altra occhiata alle strategie consigliate dalla Pirelli

12.45 – Leclerc cerca la concentrazione in griglia

12.42Valtteri Bottas (Mercedes): “Ieri mi sono divertito molto e il giro è stato abbastanza buono per prendere la pole, ma oggi è tutta un’altra storia con molte incognite, ma sono decisamente pronto per questo. Non c’è dubbio che Lewis voglia fare qualcosa di diverso, e anche Max ci proverà, quindi devo rimanere concentrato. Sarà difficile sorpassare: mantenere la testa dopo le prime curve sarà fondamentale per la strategia”.

12.40Alex Albon (Red Bull): “Ieri non è andata male, ma oggi voglio molto di più. Mi sarebbe piaciuto partire più avanti, ma abbiamo una buona macchina e spero di arrivare a ridosso dei primi oggi I piloti che partiranno con le medie avranno un vantaggio”.

12.38Nicholas Latifi (Williams): “Sarà una gara ricca di incognite, come già successo quest’anno su piste in cui non si è corso negli anni passati”.

12.37George Russell (Williams): “Speriamo di avere un’opportunità. Stiamo combattendo realisticamente con Haas e Alfa Romeo, ma abbiamo anche Vettel dietro. La nostra velocità sui rettilinei è buona, quindi speriamo di tenerli alle spalle”.

12.34Romain Grosjean (Haas): “Per fortuna qui, come al Mugello, ci si diverte tanto a guidare in pista. Speriamo che succeda qualcosa di strano che può darci l’opportunità di entrare in Top-10”.

12.31Kevin Magnussen (Haas): “Imola è una pista davvero fantastica. Ha davvero carattere, si può ottenere un grande vantaggio usando i cordoli e questo è uno dei motivi che la rende così bella. La corsia dei box è molto lunga, quindi credo che nessuno azzarderà una strategia a due soste”.

13.30 – Semaforo verde! Si apre la pit lane di Imola. Prime prove di partenza per i piloti

12.29Lance Stroll (Racing Point): “I nostri rivali hanno sviluppato bene le loro vetture nel corso dell’anno e sono diventati più competitivi. La battaglia è molto serrata e da parte mia è mancato un po’ di ritmo. Non riuscire a estrarre tutto dalla macchina è stato frustrante. Partiamo fuori dalla Top-10, quindi abbiamo libera scelta di gomme: non sappiamo quali saranno con esattezza i vantaggi di partire con una gomma diversa dalla Soft di chi ci precede”.

12.28Sergio Perez (Racing Point): “Il bilanciamento della macchina era buono, ad essere onesti. La pista, però, non si addice particolarmente alle caratteristiche della nostra macchina. Su questa pista l’AlphaTauri sembra superiore, ma dalla prossima possiamo tornare su e giocarcela alla pari con la Renault. Confidiamo comunque in un buon passo per questo pomeriggio”.

12.25Kimi Raikkonen (Alfa Romeo): “Abbiamo firmato un contratto per il prossimo anno e speriamo di poter stare meglio ed essere sempre a punti. Si spera che arrivi presto il nostro momento. Per questa gara, il layout della pista conterà molto. Le condizioni qui sono più normali e dubito che sia possibile azzardare troppo. Le prime curve sono strette, ma ovviamente speriamo di fare una buona partenza”.

12.23Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo): “Sono davvero orgoglioso di essere qui, a casa, per la terza volta. Dobbiamo partire bene e recuperare subito più posizioni possibili, poi si vedrà”.

12.22Daniil Kvyat (AlphaTauri): “È una vera gara di casa per me e per la squadra. Il ritmo della macchina è stato abbastanza convincente e speriamo di sfruttarlo appieno oggi. In partenza può succedere di tutto, ma dobbiamo anche essere pronti a sfruttare qualsiasi possibile occasione con la strategia”.

12.20Pierre Gasly (AlphaTauri): “andrò all’attacco come sempre, con la consapevolezza del nostro potenziale. La gara è diversa dalla qualifica: a Portimão la Mercedes ci ha doppiato, ma la nostra corsa sarà contro Ricciardo e Leclerc. L’ultima volta che ho corso qui qualche anno fa è stata una bella esperienza. Partiamo da un’ottima posizione e sembra che l’Italia ci stia portando bene”.

12.15Esteban Ocon (Renault): “Sarà davvero una battaglia serrata a centro gruppo. Ci sono solo uno o due decimi tra i primi dietro ai Top-3 e dove sono io (P12). È bello sfruttare l’esperienza di piloti forti come Ricciardo e Alonso in questo momento”.

12.10Daniel Ricciardo (Renault): “Lando parla troppo (scherzando). Penso che abbiamo tirato fuori un buon giro per metterci in terza fila. Ieri è stato il mio primo assaggio di Imola e mi sono divertito, ma nelle libere non ho fatto una simulazione gara molto lunga. Penserò solo a divertirmi. Probabilmente ci sarà soltanto una sosta, non vedo altre alternative”.

12.07Lando Norris (McLaren): “Non credo che sarà una gara facile, ma ci sono alcuni fattori che possono aiutare con i sorpassi, come prendersi cura delle gomme anteriori e il DRS. Ci proverò. Dalla nona posizione non è facile, ma proverò a guadagnare delle posizioni nelle prime curve”.

12.05Carlos Sainz (McLaren): “Imola è una pista stretta ed è difficile sorpassare, ma spero di fare una buona partenza e di mettermi in una buona posizione per il primo stint”.

12.00Max Verstappen (Red Bull): “Quello di ieri non è sicuramente il vero divario tra noi e la Mercedes. Non mi aspettavo di batterli, ma il saremmo dovuti essere più vicini. Spero che possiamo esserlo oggi e lottare con loro. Confido nel buon ritmo gara della macchina”.

11.55Lewis Hamilton (Mercedes): “Valtteri ha tanta voglia di vincere, e deve farlo come ha anche dimostrato a Portimao, ma anch’io voglio vincere. Come sempre, né più né meno di altre corse, anche se cerco di correre pochi rischi. Sarà sicuramente una lotta intensa per uscire davanti dalla prima curva, altrimenti dobbiamo affidarci alla strategia: in questo caso, sarà molto difficile giocare perché con queste gomme così dure si farà solo uno stop e la gara diventa noiosa”.

11.52 – I trofei dei primi tre classificati e del team vincitore saranno dedicati alla memoria di Ayrton Senna

Senna inciso nel trofeo di Imola

11.50Vettel (Ferrari): “Dispiace essere in questo posto fantastico senza tifosi, ma quello che sta succedendo in Italia, in Europa e in tutto il mondo ci impone di essere cauti e attenti. Ricordo di essere stato qui con la Formula 1 nel 2006, ma senza correre. Questa pista conserva ricordi buoni e cattivi. Sarà una gara difficile partendo in settima fila, ma speriamo di avere una buona partenza”.

11.45Leclerc (Ferrari): “Avrei voluto fare molto più di settimo, ma oggi darò il massimo per ottenere il miglior risultato possibile. La partenza sarà importante, poi navigheremo un po’ nell’ignoto perché abbiamo avuto solo una sessione di prove libere in questo weekend. Cercherò di sorpassare quante più auto possibili”.

11.40 – Le variabili strategiche della gara di Imola

GP Emilia Romagna 2020: passo gara, strategie gomme, meteo e TV

11.35 – Iniziamo la nostra diretta con la griglia di partenza del Gran Premio dell’Emilia Romagna

GP Emilia Romagna 2020, la griglia di partenza

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *