Saturday, April 10
Shadow

Lazio, Pereira e la corsa contro il tempo: Andreas ha fatto tutto per esserci – La Lazio Siamo Noi

Lazio in emergenza. Un numero di defezioni a due cifre, giorni surreali e, sempre più vicino, la sfida di Champions contro il Bruges. Una gara da non perdere, anche in virtù del convincente risultato contro il Dortmund. Simone Inzaghi lotta contro le difficoltà con la sua solita arma: il cuore e l’unione del gruppo. Una famiglia di cui tutti si sentono di far parte. Anche chi nella Capitale ci è appena arrivato. È il caso, questa volta, di Andreas Pereira. Quella del brasiliano con la maglia della Lazio è stata un’esperienza partita in salita: a causa di una lunga sindrome influenzale, solamente contro il Bologna è arrivato l’esordio. Subito dopo, un altro ostacolo avrebbe potuto rimandare il suo debutto in Champions League. Ci ha provato il Covid, con un tampone dai valori da tener d’occhio. Non ci è riuscito.

VOGLIA DI LAZIO – Talmente tanta era la voglia dell’ex United di poter dare una mano alla sua squadra in un momento così complicato, che non si è arreso. Ha accelerato la ripresa. Con alle spalle due sole sessioni d’allenamento insieme ai compagni, è approdato in Belgio. Non con il resto della rosa, bensì quasi ventiquattro ore più tardi. Dopo essersi sottoposto a nuovi test, il brasiliano ha raggiunto la squadra, quella famiglia che non ha voluto lasciar sola. Ha raggiunto Inzaghi che, di fronte a una voglia straripante di poter essere utile alla causa biancoceleste, l’ha accolto a braccia aperte. Ha raggiunto i calciatori, determinati e un po’ folli, che a Bruges hanno dimostrato di saper combattere le difficoltà. Unendosi e sacrificandosi, come accade nelle migliori famiglie. Al triplice fischio il post su Instagram: “Tutti insieme per questa maglia”. Oltre performance e risultati. Andreas Pereira ha dimostrato di avere voglia di Lazio, e di vincere in biancoceleste. Alla prossima impresa.

Lazio, De Cosmi: “Con Bruges pareggio fondamentale. Acerbi è un leader”

Lazio, Correa e l’ice in my veins: l’esultanza del Tucu stile Nba

TORNA ALLA HOMEPAGE

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *